Area riservata
UserID:
Password:
12/11/2013 Confcooperative
Confcooperative: "Ridurre carico fiscale alle imprese".

«Per rilanciare e sostenere la crescita serve da subito uno sforzo maggiore sul fronte della riduzione della pressione fiscale su imprese e lavoratori, degli investimenti e dei pagamenti pubblici e dei tagli alle spese improduttive», afferma Franco Bosio, presidente di Confcooperative Friuli Venezia Giulia. I dati, del resto, dimostrano che a fronte di uno stato di salute migliore del previsto per le imprese, cooperative incluse, vocate all’export, permangono numerose criticità: la domanda di beni e servizi è ancora molto debole sul mercato nazionale e locale, i costi di produzione sono in crescita e l’accesso al credito rimane difficile.
«Non siamo assolutamente fuori dall’emergenza, né sul piano finanziario né su quello dell’economia reale», spiega ancora Bosio. E a confermarlo sono i dati della 25esima Indagine congiunturale realizzata da Confcooperative. Per quanto riguarda la macroregione Nord nella quale sono inserite le cooperative del Friuli Venezia Giulia, continuano a dilatarsi i tempi di pagamento e peggiora ancora il fatturato, diminuito per il 31,5 per cento delle cooperative.

Continua inoltre la crescita dei prezzi di produzione: nella macroregione Nord Italia anche nel secondo quadrimestre 2013 il 27 per cento ha visto contrarsi i margini a causa della crescita dei prezzi praticati dai propri fornitori. «Questo è uno dei principali gap che danneggiano la competitività delle imprese: basti pensare che da un’analisi effettuata dai nostri uffici studi, il costo medio dell’energia è, in Italia, di 15,72 centesimi per Kwh, contro gli 8,3 centesimi dell’Austria. Per non parlare del settore agroalimentare, dove burocrazia, costo del credito e costi intermedi continuano ad appesantire le imprese agricole (oltre 14 mila quelle socie di cooperative agricole nel Friuli Venezia Giulia)».

I segnali positivi arrivano dalle cooperative maggiormente vocate all’export, che continua a trainare l’economia, con previsioni di incremento degli ordini per il 20 per cento delle cooperative intervistate dall’indagine congiunturale.

Banner
 
Fondo pagina

Confcooperative Friuli Venezia Giulia - Viale Giovanni Paolo II, 15/1-2 - 33100 Udine - C.FISC. 80009470305
tel. 0432.600546 - fax. 0432.526963 - e-mail: friuliveneziagiulia@confcooperative.it -
Nota legale - Cookie Policy
pec
Powered by
Iccrea Banca
Questo sito è ottimizzato per la visualizzazione con Internet Explorer 7 o successivi.