Area riservata
UserID:
Password:
21/02/2012 Finanziamenti e credito
Bando per i progetti delle famiglie

L’amministrazione regionale, in un’ottica di valorizzazione sussidiaria delle risorse di solidarietà e delle iniziative promosse dalle famiglie a favore delle famiglie, intende finanziare progetti finalizzati a sostenere le responsabilità familiari attraverso l’avvio di nuovi servizi o l’innovazione di servizi già esistenti, in particolare con modalità che prevedano un attivo coinvolgimento delle famiglie medesime. Scadenza domande: entro e non oltre il 20 aprile 2012.

Fino all’istituzione del registro dell’associazionismo familiare la domanda può essere presentata da famiglie organizzate nelle seguenti forme:
a) Associazione riconosciuta o non riconosciuta, secondo la disciplina di cui ai capi II e III, Titolo II, del libro primo del codice civile che, alla data di scadenza per la presentazione della domanda, risulti formalmente costituita e le cui finalità istituzionali, previste dallo Statuto o Accordo tra gli aderenti, comprendano la gestione delle attività per cui viene richiesto il contributo. Per le associazioni non riconosciute è necessario che la costituzione risulti da atto pubblico o da scrittura privata autenticata o da scrittura privata registrata e che sia stata chiesta l’attribuzione di codice fiscale;
b) Società cooperativa regolarmente iscritta nel registro regionale delle cooperative, le cui finalità istituzionali, previste dallo Statuto, comprendano la gestione delle attività per cui viene richiesto il contributo.

Per saperne di più, consulta la seguente scheda:

Icona PDF clicca qui>>

 

I soggetti possono presentare progetti relativi agli ambiti di intervento di seguito indicati: 

A. Favorire l’auto-organizzazione di servizi a sostegno dei compiti familiari, educativi e di cura;

B. Promuovere la rete di scambio sociale fra le famiglie anche favorendo iniziative di mutuo aiuto e di gestioni associate per la l’acquisto di beni e servizi per fini solidaristici.

Si considerano prioritariamente nell’ambito della tipologia a) quelli di carattere educativo rivolti a minori  nell’ambito della tipologia b) quelli afferenti iniziative di mutuo aiuto, quali banche del tempo ed altre forme di scambio sociale tra le famiglie.

INFORMAZIONI
Confcooperative Federsolidarietà Fvg
Tania Vescul (0432/520253,
vescul.t@confcooperative.it)

Banner
 
Fondo pagina

Confcooperative Friuli Venezia Giulia - Viale Giovanni Paolo II, 15/1-2 - 33100 Udine - C.FISC. 80009470305
tel. 0432.600546 - fax. 0432.526963 - e-mail: friuliveneziagiulia@confcooperative.it -
Nota legale - Cookie Policy
pec
Powered by
Iccrea Banca
Questo sito è ottimizzato per la visualizzazione con Internet Explorer 7 o successivi.