Area riservata
UserID:
Password:
09/02/2012 Confcooperative
Confcooperative chiede lo stato di calamità per la pesca

Centinaia di migliaia di euro: a tanto ammonterebbero le perdite che la filiera regionale della pesca avrebbe subito a causa del maltempo e delle mareggiate dei giorni scorsi. Le mareggiate e le temperature estreme hanno da un lato danneggiato le coltivazioni di mitili, ma anche fatto congelare le valli da pesca provocando le morie di pesci (orate e branzini, soprattutto). Confcooperative Fvg-Federcoopesca Fvg, che associa le cooperative della pesca e della mitilicoltura della regione, ha richiesto quindi all’assessore alle risorse rurali, Claudio Violino, di dichiarare lo stato di calamità naturale. Dai dati in possesso di Confcooperative, infatti, risulta che la quasi totalità del pesce allevato in valle è andata perduta, e seri danni si sono avuti anche nei filari di mitili, specie nella zona di Punta Sottile, in comune di Muggia (Trieste). La situazione, inoltre, potrebbe essere aggravata dal maltempo previsto nel prossimo fine settimana.

Banner
 
Fondo pagina

Confcooperative Friuli Venezia Giulia - Viale Giovanni Paolo II, 15/1-2 - 33100 Udine - C.FISC. 80009470305
tel. 0432.600546 - fax. 0432.526963 - e-mail: friuliveneziagiulia@confcooperative.it -
Nota legale - Cookie Policy
pec
Powered by
Iccrea Banca
Questo sito è ottimizzato per la visualizzazione con Internet Explorer 7 o successivi.