Area riservata
UserID:
Password:
17/10/2011 Finanziamenti e credito
Contributi per investimenti in sicurezza nelle aziende

L'INAIL ha stanziato 150 milioni di euro di contributi per sostenere gli investimenti in sicurezza delle imprese: i contributi verranno concessi mediante procedura “a sportello”.

A breve sarà pubblicato il nuovo bando Inail per sostenere gli investimenti in sicurezza delle imprese, a valere sul Dlgs n. 81/08, come integrato dal Dlgs n. 106/09. Rispetto alla passata edizione, vi saranno alcune modifiche introdotte dalle nuove Linee Guida per la concessione degli incentivi economici, emanate con delibera del consiglio di indirizzo e vigilanza dell'Inail.

I fondi stanziati ammontano a circa 150 milioni di euro, e verranno concessi mediante una procedura "a sportello", come avvenuto per il bando 2010, rispetto al quale ci saranno, tuttavia, alcune novità. Di seguito vi elenchiamo le principali, rimandandovi alla scheda esplicativa in formato PDF pubblicato in fondo alla presente pagina:

  • la scadenza per la presentazione delle domande varierà a seconda della regione, al fine di evitare la congestione del sistema; 
  • i fondi saranno erogati solo per investimenti e per l'adozione di modelli di organizzazione e gestione, non, quindi, per la formazione;
  • il contributo verrà uniformato in tutte le regioni al 50% dell'investimento, con un massimo di 100 mila euro, per fornire sostegno generalizzato al maggior numero di beneficiari possibile; 
  • saranno selezionati degli ambiti prioritariamente ammissibili: la Relazione programmatica 2012-2014 di
    giugno ha, infatti, già dato indicazione di privilegiare la micro, piccola e media impresa, le imprese agricole, i settori produttivi a rischio più elevato, i progetti reiterabili in più aziende del medesimo comparto produttivo, i progetti destinati alla riduzione del rischio di esposizione all'amianto, i progetti condivisi dalla parti sociali. In particolare, verranno individuate, tra quelle ammissibili, delle aree prioritarie nelle singole regioni, sentiti i comitati regionali di coordinamento dell'Inail o, in mancanza di questi, il CoCoPro del capoluogo di regione, i quali si faranno anche carico del confronto con le parti sociali; 
  • sarà previsto l'innalzamento della soglia/punteggio di ammissibilità al fine di orientare ulteriormente gli incentivi alla riduzione delle principali cause di infortunio; 
  • verrà individuato un termine di almeno 60 giorni lavorativi, tra l'indizione dei bandi e i click day, per consentire l'elaborazione di progetti di elevata complessità. 
  • per migliorare lo sportello telematico, saranno previsti l'obbligo di «prenotazione» e l'assegnazione alla stessa di un elemento univoco di identificazione, al fine di consentire l'adozione di sistemi di sicurezza atti a evitare l'uso di automatismi di trasmissione della domanda, nonché la tracciabilità, fermo restando la necessità di escludere eventualità di contenzioso, di tutte le richieste di finanziamento, anche quelle pervenute successivamente all'esaurimento dei budget, con l'indicazione cronologica del momento della trasmissione; 

Per maggiori informazioni consulta la seguente scheda:

Icona PDF scarica il PDF

Banner
 
Fondo pagina

Confcooperative Friuli Venezia Giulia - Viale Giovanni Paolo II, 15/1-2 - 33100 Udine - C.FISC. 80009470305
tel. 0432.600546 - fax. 0432.526963 - e-mail: friuliveneziagiulia@confcooperative.it -
Nota legale - Cookie Policy
pec
Powered by
Iccrea Banca
Questo sito è ottimizzato per la visualizzazione con Internet Explorer 7 o successivi.