Area riservata
UserID:
Password:
16/02/2011 Confcooperative
CrediFriuli banca ecologica

CrediFriuli è una Bcc da sempre sensibile ai temi del risparmio energetico e dello sviluppo delle energie ecocompatibili. Dopo averne fatto un elemento di distinzione, quest’anno ha deciso di aderire alla Giornata del Risparmio Energetico 2011, edizione speciale per i 150 anni dall’unità d’Italia, fissata per il 18 febbraio. L’iniziativa “M’illumino di meno”, che ha il suo perno nella seguita trasmissione “Caterpiller” di RadioDue, invita comuni, associazioni, scuole, imprese e case d’Italia ad aderire all’iniziativa creando quel “silenzio energetico” che ha coinvolto le piazze di tutt’Europa negli anni scorsi. Per cui, il prossimo 18 febbraio ordine di servizio: nelle pause del lavoro e fuori orario “Consumi zero”, con il personale della banca che verrà sensibilizzato a spegnere computer, stampanti, fax e impianti non strettamente indispensabili al funzionamento e alla sicurezza aziendale.

«In verità – precisa il presidente di CrediFriuli, Luciano Sartoretti – la nostra banca da diversi anni è impegnata in un progetto teso a sensibilizzare i propri soci e i clienti sui temi del risparmio energetico. Nel 2007 abbiamo distribuito gratuitamente ai nostri soci oltre 18.000 lampadine a basso consumo e oltre 3.600 kit di risparmio idrico e, notizia di questi giorni, abbiamo deliberato la realizzazione di due impianti fotovoltaici al servizio delle filiali di Reana del Rojale e di Cavalicco. Non solo – prosegue Sartoretti -: da tempo ormai gli acquisti di materiale informatico ed elettronico in uso presso i nostri uffici sono indirizzati a reperire attrezzature a basso consumo energetico, talvolta anche a scapito della convenienza economica. Ma la sfida è troppo importante per essere trascurata: la salvaguardia dell’ambiente è nelle nostre mani, così come la qualità della vita dei nostri figli. Tutto il personale ha reagito molto bene a questa sollecitazione. Anzi, devo dire che la proposta è nata proprio da loro – conclude il presidente - e di questo sono particolarmente orgoglioso, perché dimostra, una volta di più, una sensibilità e una maturità civile non comune, in linea con i valori che contraddistinguono il moderno movimento cooperativo».

Banner
 
Fondo pagina

Confcooperative Friuli Venezia Giulia - Viale Giovanni Paolo II, 15/1-2 - 33100 Udine - C.FISC. 80009470305
tel. 0432.600546 - fax. 0432.526963 - e-mail: friuliveneziagiulia@confcooperative.it -
Nota legale - Cookie Policy
pec
Powered by
Iccrea Banca
Questo sito è ottimizzato per la visualizzazione con Internet Explorer 7 o successivi.