Area riservata
UserID:
Password:
15/07/2010 Circolari tecniche
Operatività SISTRI

Non essendo ancora iniziata la fase di consegna e installazione dei dispositivi USB necessari per il funzionamento stesso del sistema, è apparso ieri sera sul portale www.sistri.it un comunicato ufficiale che sostanzialmente rimanda per tutte le imprese l'inizio dell'operatività del sistema dal previsto temine del 13 luglio 2010, al prossimo 1 ottobre 2010.
Lo stesso decreto, ora in esame presso la Corte dei Conti prima della successiva pubblicazione in GU, indica anche il 12 settembre 2010 come il termine ultimo per la consegna e installazione dei dispositivi necessari per il funzionamento del sistema.

A ciò si aggiunge:

  • la ridefinizione degli importi dovuti dai piccoli produttori di rifiuti pericolosi (si passa dai 120 € ai 50 o 60, a seconda del numero di addetti): il DM 09/07/2010 specifica che i maggiori importi costituiranno credito per quanto sarà dovuto negli anni successivi, in tal senso andrà fatta apposita comunicazione al SISTRI su un modulo che prossimamente verrà reso disponibile sul portale www.sistri.it;
  • l'eliminazione dei tempi di preavviso per le attività di microraccolta (definita dall'art. 193 c.11 D. Lgs 152/06 come "la raccolta di rifiuti da parte di un unico raccoglitore o trasportatore presso più produttori o detentori svolta con lo stesso automezzo");
  • l'inserimento dell'ipotesi di utilizzo di scheda cartacea SISTRI anche nel caso di mancanza di rete di copertura (e non solo per furto/perdita/guasto/danneggiamento dei dispositivi o malfunzionamento del sistema);
  • la ridefinizione delle modalità semplificate di gestione del SISTRI attraverso le Associazioni di categoria;
  • la ridefinizione di "dipendenti", ora intesi come "il numero di addetti, ossia delle persone occupate nell'unità locale dell'ente o dell'impresa con una posizione di lavoro indipendente o dipendente (a tempo pieno, a tempo parziale o con contratto di formazione lavoro), anche se temporaneamente assente (per servizio, ferie, malattia, sospensione dal lavoro, cassa integrazione guadagni, eccetera). I lavoratori stagionali sono considerati come frazioni di unità lavorative annue con riferimento alle giornate effettivamente retribuite".

Per maggiori informazioni:
Comunicato stampa completo
Testo integrale DM 09/07/2010

Banner
 
Fondo pagina

Confcooperative Friuli Venezia Giulia - Viale Giovanni Paolo II, 15/1-2 - 33100 Udine - C.FISC. 80009470305
tel. 0432.600546 - fax. 0432.526963 - e-mail: friuliveneziagiulia@confcooperative.it -
Nota legale - Cookie Policy
pec
Powered by
Iccrea Banca
Questo sito è ottimizzato per la visualizzazione con Internet Explorer 7 o successivi.