Area riservata
UserID:
Password:
30/05/2010 Confcooperative
Bcc Carnia e Gemonese in assemblea

Tenuta del bilancio e crescita dei soci. Soddisfatto il riconfermato presidente Cescutti. Nuovo direttore generale è Gabriele Bellon.

Un utile netto pari a 1,832 milioni di euro con una performance operativa superiore alla media regionale, nel 2009, per la Bcc Carnia e Gemonese. In crescita il numero dei soci, che raggiunge 3.107 unità, grazie a 90 nuove iscrizioni (+2,48 per cento). La raccolta diretta è salita a 173.582 milioni di euro, con un incremento del 3,44 per cento. I depositi in conto corrente sono cresciuti dell’11,31 per cento. La raccolta globale ha raggiunto quota 269 milioni, con una crescita del 5,64 per cento. Un risultato economico che il presidente Duilio Cescutti e gli amministratori (tutti riconfermati) considerano “adeguato” in un contesto di progressivo deterioramento finanziario ed economico. Infatti, le difficoltà del tessuto produttivo locale si ripercuotono inevitabilmente su una banca del territorio quale è, a tutti gli effetti, la Bcc Carnia e Gemonese con le sue 10 filiali.

«Le sofferenze lorde si attestano nella misura molto contenuta, dello 0,69 per cento - precisa Cescutti -. Anche nel 2009 abbiamo deciso di svolgere fino in fondo il nostro compito di banca del territorio – afferma ancora il presidente -, tant’e che ai tradizionali impieghi si sono affiancate diverse iniziative di sostegno alle imprese, ai lavoratori e alle famiglie a cui è destinato oltre il 47 per cento degli impieghi: dall’anticipazione della cassa integrazione, a tasso zero, a lavoratori di aziende in crisi; a iniziative speciali di sostegno alla liquidità aziendale; alla moratoria sui mutui casa in presenza di difficoltà delle famiglie o di situazioni di cassa integrazione e precarietà del lavoro».

Una novantina di iniziative di carattere sociale, sportivo, ricreativo e artistico (tra l’altro, è stata rinnovata la convenzione con il Museo carnico di Tolmezzo per il restauro di varie opere d’arte) hanno ricevuto il sostegno della Bcc.

Il patrimonio aziendale si è rafforzato superando i 25 milioni di euro con una crescita del 10,39 per cento, grazie all’utile e all’incremento delle riserve. Il patrimonio dell’azienda è destinato a rimanere una garanzia per il futuro, che si presenta ancora incerto, ma non blocca la crescita della Bcc Carnia e Gemonese. Nel Piano strategico 2010-2012, infatti, è prevista una prudente espansione territoriale verso sud.

L’assemblea è stata anche l’occasione per tributare il giusto omaggio alla memoria del direttore Flavio Lavaroni, scomparso prematuramente il 6 febbraio scorso. Dal primo maggio è stato assunto l’udinese quarantaseienne, Gabriele Bellon che, coadiuvato da 47 collaboratori, avrà il compito di rilanciare gli obiettivi della banca, nonostante la sfavorevole congiuntura economica e sociale in atto.

L’assemblea, infine, ha confermato il Collegio sindacale che resta composto da: Giancarlo Veritti (presidente), Romana Nassimbeni e Giacinto Pellegrino.

Banner
 
Fondo pagina

Confcooperative Friuli Venezia Giulia - Viale Giovanni Paolo II, 15/1-2 - 33100 Udine - C.FISC. 80009470305
tel. 0432.600546 - fax. 0432.526963 - e-mail: friuliveneziagiulia@confcooperative.it -
Nota legale - Cookie Policy
pec
Powered by
Iccrea Banca
Questo sito è ottimizzato per la visualizzazione con Internet Explorer 7 o successivi.