Area riservata
UserID:
Password:
30/03/2010 Confcooperative
La mutualità forza della cooperazione agricola Fedagri

Per le cooperative del latte mutualità al 90% in Friuli Venezia Giulia. Lavorano tutto il latte dei soci. Nel settore vino la mutualità sfiora il 100%. Gardini e Marino sottolineano il ruolo fondamentale della cooperazione agricola.

Le cooperative agricole targate Fedagri vedono confermata la fiducia dei soci agricoltori e si confermano anche strumenti indispensabili per la valorizzazione del prodotto agroalimentare italiano: circa il 90% del prodotto lavorato dalle cooperative lattiero-caserie è infatti conferito dai soci, e la percentuale di conferimenti sfiora il 100% per le cantine cooperative del Friuli Venezia Giulia. Ancora una volta si conferma dunque che la mutualità è la grande forza della cooperazione agricola.

I dati smentiscono dunque le più recenti esternazioni del ministro delle politiche agricole Luca Zaia: «È sorprendente che chi dovrebbe svolgere per mandato istituzionale un ruolo super partes ed essere il garante di tutti diventi invece lo sponsor di alcuni - ha dichiarato Maurizio Gardini, presidente nazionale di Fedagri -  In due giorni abbiamo registrato altrettante dichiarazioni preoccupanti del ministro Zaia: la più recente è anche la più grave, lì dove il Ministro dichiara pubblicamente che “molte cooperative del latte acquistano il prodotto all’estero affamando i propri soci”. È un repertorio del tutto estraneo al dna delle nostre associate e delle migliaia di produttori e di soci di cooperative che affrontano con coraggio i morsi di una crisi feroce aggravata da discutibili scelte in tema di quote latte. È certo che chi ha informato il ministro non si è documentato a sufficienza ed ha indotto l’interlocutore a sbagliare».
«I “produttori di latte”  - continua Gardini - che con grande dignità e responsabilità gestiscono le cooperative sono impegnati in una fase difficilissima del mercato e meriterebbero apprezzamento, rispetto e sostegno, senza essere coinvolti in risse che non fanno onore a chi le alimenta e divertono i competitori esteri. Ci conforta che senza seguire le sterili polemiche, esterne al loro mondo, sono migliaia i produttori che si rivolgono alle cooperative per vivere e condividere un percorso di corresponsabilità e cogestione che può irritare qualcuno ma che li fa crescere e fa bene alla filiera e al Paese»

Banner
 
Fondo pagina

Confcooperative Friuli Venezia Giulia - Viale Giovanni Paolo II, 15/1-2 - 33100 Udine - C.FISC. 80009470305
tel. 0432.600546 - fax. 0432.526963 - e-mail: friuliveneziagiulia@confcooperative.it -
Nota legale - Cookie Policy
pec
Powered by
Iccrea Banca
Questo sito è ottimizzato per la visualizzazione con Internet Explorer 7 o successivi.