Area riservata
UserID:
Password:
11/02/2010 Confcooperative
Giuliana Colussi nuovo presidente di Federsolidarietà

«È quanto mai urgente – ha dichiarato Giuliana Colussi durante l’assemblea – rafforzare il peso di Confcooperative nel contesto socio-politico locale, riscoprire il senso della mutualità nel lavoro e collaborare con le altre centrali cooperative per attuare azioni di successo: solo agendo uniti possiamo dare nuova linfa al settore»

È Giuliana Colussi la nuova presidente regionale di Confcooperative-Federsolidarietà, che rappresenta 152 cooperative sociali del Friuli Vg. Già guida di Federsolidarietà Pordenone, Colussi è stata eletta all’unanimità dall’assemblea regionale, che ha votato direttamente anche i 14 nuovi consiglieri della Federazione. La neopresidente, che ha raccolto il testimone dal past president Dario Parisini di Trieste, rimarrà in carica per 4 anni.
«È quanto mai urgente – ha dichiarato Giuliana Colussi durante l’assemblea moderata dal presidente di Confcooperative Fvg, Franco Bosio e alla quale sono intervenuti anche il segretario regionale, Nicola Galluà, e i rappresentanti delle associazioni provinciali – rafforzare il peso di Confcooperative nel contesto socio-politico locale, riscoprire il senso della mutualità nel lavoro e collaborare con le altre centrali cooperative per attuare azioni di successo, come è avvenuto lo scorso dicembre in occasione della discussione sulla Finanziaria regionale: solo agendo uniti possiamo dare nuova linfa al settore». Un comparto, quello della cooperazione sociale, che traina l’intero movimento cooperativo e che continua a crescere. I dati lo confermano: al 31 dicembre 2009, in regione, erano attive 152 coop sociali (59 a Udine; 34 a Trieste, con anche 5 cooperative di mutuo soccorso; 27 a Gorizia e a Pordenone), contro le 127 del 2008. I soci, 6.277 nel 2008, hanno ora superato le 9mila 200 unità, mentre gli addetti (soci lavoratori più dipendenti) hanno raggiunto quota 5.119 nel 2009 contro i 4.902 del 2008. Il fatturato complessivo del comparto ha sfiorato i 130 milioni 300 mila euro (contro i 119 milioni 600 mila dell’anno precedente).
Numeri descritti e analizzati anche nel volume “Origini e sviluppi della cooperazione sociale in Friuli Venezia Giulia. L’esperienza di Confcooperative”, presentato a margine dell’assemblea e risultato dell’articolato lavoro di ricerca compiuto nel biennio 2007-2008 da Paolo Tomasin, dell’associazione di professionisti di Pordenone “E-labora. Reti di ContaminAzioni SocioEconomiche”. L’opera, corredata dal dvd “I pionieri della cooperazione sociale in Fvg” (che raccoglie una serie d’interviste ai fondatori di alcune coop sociali regionali), ricostruisce le dinamiche che hanno caratterizzato la fase antecedente al riconoscimento giuridico della cooperativa sociale, avvenuto con la legge 381/1991. A conclusione dell’incontro, l’intervento del referente nazionale di Confcooperative-Federsolidarietà, Ugo Campagnaro, che ha ribadito la necessità della cooperazione di rafforzarsi e di avere maggiore rappresentanza nelle varie articolazioni sociali.

Vai alla pagina di Federsolidarietà FVG >>

Banner
 
Fondo pagina

Confcooperative Friuli Venezia Giulia - Viale Giovanni Paolo II, 15/1-2 - 33100 Udine - C.FISC. 80009470305
tel. 0432.600546 - fax. 0432.526963 - e-mail: friuliveneziagiulia@confcooperative.it -
Nota legale - Cookie Policy
pec
Powered by
Iccrea Banca
Questo sito è ottimizzato per la visualizzazione con Internet Explorer 7 o successivi.