Area riservata
UserID:
Password:
04/02/2010 Finanziamenti e credito
Fondo di rotazione per l'agricoltura

Dei 40 milioni di euro messi a disposizione per le imprese agricole dal Fondo di rotazione regionale nell’autunno del 2009, ben 33 risultano già utilizzati. Del totale, oltre il 50 per cento delle pratiche sono state evase dalle 15 Banche di Credito Cooperativo del Friuli Venezia Giulia. Sono questi i dati più significativi emersi durante lo specifico convegno organizzato dalla Federazione delle Bcc del Friuli Venezia Giulia, Fondosviluppo e Direzione regionale dell’agricoltura, in chiusura di Agriest. «Ancora una volta, i dati sottolineano l’importanza di questo strumento finanziario creato nel 1982 e il forte legame esistente tra i nostri 223 sportelli, la Regione e le comunità locali», ha sottolineato Giuseppe Graffi Brunoro, presidente del Credito Cooperativo del Friuli Vg. «Dopo i primo 30 milioni stanziati in un momento di grande difficoltà per il bilancio regionale – ha evidenziato Claudio Violino, assessore regionale alle risorse agricole -, siamo riusciti a metterne altri 10, vista la situazione di grave crisi in cui versa il settore primario». I funzionari regionali, Francesco Miniussi e Fabio Floreancig, oltre a entrare nel merito dei meccanismi del funzionamento del Fondo, hanno messo in luce il gran lavoro svolto per la semplificazione burocratica e per la divulgazione delle opportunità offerte dall’utilizzo del Fondo stesso anche grazie all’attivazione di una specifica sezione telematica dentro il sito internet della Regione. Il Fondo di rotazione in agricoltura, strumento di anticipazione di capitali poco diffuso nelle altre regioni italiane, è assai gradito agli imprenditori del Friuli Vg. Dalle imprese singole di produzione, come pure da quelle di trasformazione e commercializzazione anche organizzate in forma cooperativa. Infatti, l’apprezzamento legato al suo rifinanziamento e funzionamento del Fondo è arrivato puntuale da parte dei rappresentanti delle categorie presenti: Franco Bosio (presidente di Confcooperative del Friuli Vg), Giorgio Colutta (presidente di Confagricoltura), Dario Ermacora (presidente di Coldiretti) e Paolo Fantin (presidente della Cia di Udine). Giorgio Candusso, responsabile del Servizio crediti e agevolazioni della Federazione delle Bcc, ha messo a confronto le caratteristiche dei vari strumenti di credito agevolato utilizzabili attualmente dalle aziende agricole e i relativi servizi di consulenza offerta dagli Istituti di credito cooperativi.

In conclusione della manifestazione, Violino ha rimarcato ulteriormente la propria convinzione nel dare forte sostegno alle aziende zootecniche, ai consorzi di bonifica e al rilancio dell’Ersa. Infine, non ha escluso l’avvio di un’iniziativa di sensibilizzazione nei confronti del presidente della Giunta e dei colleghi assessori per richiedere l’estensione degli interventi di Friulia anche al settore agricolo.

Banner
 
Fondo pagina

Confcooperative Friuli Venezia Giulia - Viale Giovanni Paolo II, 15/1-2 - 33100 Udine - C.FISC. 80009470305
tel. 0432.600546 - fax. 0432.526963 - e-mail: friuliveneziagiulia@confcooperative.it -
Nota legale - Cookie Policy
pec
Powered by
Iccrea Banca
Questo sito è ottimizzato per la visualizzazione con Internet Explorer 7 o successivi.